Regione Puglia

Cupagri 1

Cupagri WEB

Il Gal Valle della Cupa, ha individuate nel Monastero uno dei punti di sosta attrezzati dell’itinerario delle Serre di S. Elia.
A tale scopo, verranno installati, nel piazzale antistante, cartelli informativi, tavoli e panche per la sosta dei turisti. All’interno del boschetto verrà installato invece un percorso ginnico a disposizione dei turisti e dei residenti che di sovente utilizzano questi luoghi per salutari pratiche sportive.
La Serra di S. Elia è un belvedere naturale sulla Valle della Cupa. Da qui è possibile cogliere la diversità, peculiarità e complessità del paesaggio e ammirare il sistema di cupole e campanili dei piccoli centri della Valle della Cupa. L’area, ricca di testimonianza storiche e artistiche, è una dorsale collinare rivestita di manto boschivo secolare di querce, pini e lecci, riconosciuta dal Piano Paesaggistico della Regione come sito “di notevole interesse ambientale”.
La Serra di S. Elia e il Monte d’Oro, con l’affaccio panoramico sulla Valle, sono luoghi privilegiati per gli appassionati di camminate e passeggiate in bicicletta lungo il suggestivo “Sentiero della Salute”.
L’area, in età romana, ospitava un impianto rustico e, almeno fino al XIII secolo, l’antico casale medievale di Bagnara. Masseria Bagnara Vecchia rappresenta l’esempio tipico del passaggio dalla masseria al casino, costruzione che si sviluppa su due livelli. Un portico con tre arcate a tutto sesto crea al piano nobile un'aggettante cornice dentellata ed un affaccio a terrazza.
A pochi passi dalla masseria, sulla sommità della Serra, in un fitto boschetto di lecci, si erge il Monastero di S. Elia.
Il convento è un complesso architettonico religioso di Trepuzzi, ma per tradizione è collegato anche alle cittadine di Campi e Squinzano, il centro più vicino.
Realizzato dai Cappuccini nel 1575, il complesso conventuale sorse su preesistenze monastiche basiliane e normanne e riprende i semplici canoni costruttivi imposti dall'ordine francescano. In questo bellissimo posto saranno allestiti gli spazi informative e di sosta del Gal.

Torna all'inizio del contenuto